Return to Gruppo di Lavoro

Giulia Nistri

Nata a Firenze, consegue nel marzo 2014 la laurea in Teorie e pratiche dell’antropologia all’Università La Sapienza di Roma con una tesi dal titolo Corpi Migranti e continua gli studi all’Università di Siena, iscrivendosi alla magistrale in Antropologia e Linguaggi dell’Immagine, conclusa nel 2017.

Al termine del suo percorso triennale partecipa a una ricerca etnografica relativa al disturbo da gioco d’azzardo all’interno del progetto “Architettura complessiva degli interventi da parte di una struttura preventiva” dell’Unità operativa prevenzione delle dipendenze patologiche della ASL 7 di Siena, Dipartimento interaziendale di Salute Mentale dell’Università di Siena.

Dal 2014 al 2017 collabora con Associazione Turismo e Ambiente occupandosi di attività ludiche per minori in scuole del territorio fiorentino ad alta concentrazione di studenti stranieri. Sempre nello stesso periodo è volontaria attiva per Medu – Medici per i Diritti Umani – all’interno del progetto Un camper per i diritti, collaborando in equipe multidisciplinare nell’ambito salute e marginalità.

Nel 2016, durante il percorso di laurea magistrale, vince una borsa di studio per partecipare a un progetto di intercambio Overseas che le offre la possibilità di frequentare un semestre accademico all’UFRJ, Universidade Federal do Rio de Janeiro. Nello stesso periodo realizza una ricerca sul sistema di assistenza destinato ai richiedenti asilo nella città di Rio de Janeiro, oggetto della tesi discussa nel 2017. Sempre durante la permanenza in Brasile collabora con alcune classi di studenti della Facoltà di Medicina dell’Universidade Federal Fluminense all’interno del progetto “Saude integral do Imigrante. Dopo il conseguimento della laurea magistrale, con l’obiettivo di approfondire la conoscenza degli aspetti legali e giuridici relativi al mondo dell’asilo e della migrazione frequenta il corso di perfezionamento dell’Università degli Studi di Firenze: Migrazione, Salute, Diritti, Un Approccio Multidisciplinare alle Relazioni Interculturali. Nel 2018 collabora con l’Associazione Progetto Arcobaleno Onlus di Firenze, all’interno del progetto accoglienza Cip, collegamento interventi prostituzione.

Nel frattempo continua a interessarsi all’elaborazione di progetti di prevenzione e ricerca nell’ambito del disturbo da gioco d’azzardo, partecipando anche al concorso del Corecom (Comitato Regionale per le Comunicazioni) dedicato al “Contrasto al gioco d’azzardo” e vincendo il terzo premio con lo spot radiofonico “La tua vita vale una fortuna” (2017).

Nel 2018, in linea con gli interessi di ricerca legati alle dipendenze, inizia una collaborazione di ricerca con il  Coordinamento Nazionale Comunità di Accoglienza nell’ambito del progetto “PAS: principi attivi di salute. Strategie per la prevenzione, la riduzione del danno ed il contrasto alla diffusione nei consumi e abusi di sostanze psicoattive e NPS da parte di giovani e adulti”. Dal 2019 è borsista di ricerca per l’Università degli Studi di Siena, all’interno di una equipe di ricerca dedicata allo studio del fenomeno del gioco d’azzardo e del disturbo ad esso correlato. Nello stesso anno realizza laboratori di approfondimento e prevenzione al gioco d’azzardo patologico all’interno di una scuola secondaria di secondo grado. 

Ha condotto ricerche sul campo in Italia e Brasile e si interessa dei seguenti temi:

  • migrazione e salute
  • politiche di accoglienza per richiedenti asilo e vittime di tratta
  • disturbo da gioco d’azzardo
  • consumo e dipendenza da sostanze

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: