Salviamo il Conolly

conolly3

Foto: Giacomo Doni

Il padiglione Conolly, parte integrante dell’ex Ospedale psichiatrico San Niccolò di Siena, rappresenta uno dei pochi esempi di panopticon italiano costruito a fini sanitari secondo le modalità suggerite dall’ illuminista Bentham. E’ stato pensato e realizzato negli ultimi anni dell’Ottocento, in modo da accogliere i malati ritenuti più pericolosi e ingestibili, ottimizzandone, attraverso la particolare forma architettonica, il controllo che poteva avvenire con un solo sguardo.
E’ rimasto in funzione fino agli anni ottanta del novecento. Completamente abbandonato dagli anni novanta è attualmente in uno stato di penoso abbandono che sta minando la stessa stabilità dell’edificio invaso da vegetazione infestante. Per non perdere la memoria delle persone che tra quelle mura sono state “curate” e perchè non si ripetano più quei trattamenti sarebbe necessario fermare il degrado e progettare una nuova vita per questo edificio collocato dentro le mura di Siena, molto vicino al centro storico.

In attesa dell’esito della campagna bellezza@governo.it, , è partita una nuova raccolta, sempre a sostegno del Conolly, in adesione alla campagna del FAI (Fondo Ambiente Italiano) “I luoghi del cuore”. In accordo, infatti, con la locale sezione del FAI e dopo aver costituito un comitato di sostegno, il tentativo è di scalare la classifica de “I Luoghi del Cuore” per accedere così ai finanziamenti che sono in palio per quest’anno.
La sfida è molto più difficile della precedente perché per entrare in classifica, bisogna essere in grado di produrre migliaia di adesioni. Tanto per chiarirsi il luogo che ha vinto nel 2014 (il Convento dei Frati Cappuccini di Monterosso al mare nelle Cinque terre) ha avuto 110.341 firme.
Lungi dall’essere scoraggiati, crediamo che il tentativo di una sorta di mobilitazione cittadina, ma anche regionale, e forse addirittura nazionale e internazionale necessaria per salvare dal degrado completo questo pezzo di storia sanitaria e sociale sia da farsi.
Il comitato che si è costituito coincide per ora con la cooperativa sociale La Proposta, ma è naturalmente aperto a tutti quelli che vogliano dare una mano nel raggiungimento di questo difficile obiettivo.

La gara è lunga (si può votare fino al 30 di novembre 2016) e nel corso del tempo ci sarà modo anche di ragionare meglio con tutti sulle ipotesi di recupero del bene.
Passando alle cose pratiche per dare la propria adesione, i metodi previsti sono due: collegandosi al sito “I luoghi del Cuore” e seguendo la facile procedura di registrazione, è possibile votare scegliendo dalla lista dei luoghi Padiglione Conolly dell’ex Ospedale Psichiatrico di Siena. Per chi comunque non ha sufficiente dimestichezza con queste procedure, è possibile anche votare sottoscrivendo un modulo cartaceo al momento disponibile presso la Pizzeria Orto de’ Pecci , presso la libreria Mondadori di via Montanini, 112 a Siena e presso la Gelateria il Masgalano, via della Sapienza 47, Siena. Altre postazioni si stanno aggiungendo in questi giorni.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: