Emergenza Nord Africa – I percorsi di accoglienza diffusa

emergenza-nord-africa_monotoraggio_toscanaEmergenza Nord Africa, I percorsi di accoglienza diffusa, Analisi e Monitoraggio del sistema

Rapporto della ricerca promossa dall’Osservatorio Sociale Regionale e realizzata nel 2012 un gruppo di sociologie e antropologi sotto la direzione di Fabio Bracci. A quanto sembra è il primo studio in profondità, sulla situazione dei rifugiati in Italia a seguito della guerra in Libia. La ricerca è stata realizzata con metodi quali-quantitativi realizzato in Italia. Uno sguardo lucido su di una situazione che sembra non avere vie di uscita. Il modello Toscano, se pur con gravi problematiche, sembra aver fornito la migliore risposta a livello nazionale, di fronte a una legislazione inadeguata che porta a a soluzioni paradossali.  384px-Open_Access_logo_PLoS_white.svg

L’accoglienza dei rifugiati

Dalla IV di copertina: “Come ha funzionato e funziona il modello toscano di accoglienza diffusa? In quale modo si sono organizzati gli attori che sono entrati a far parte del sistema di accoglienza, segnato fin dall’inizio da una considerevole quantità di fattori di differenziazione, legati ai contesti territoriali, alle tipologie di accoglienza, alle dimensioni delle strutture, alle prestazioni erogate, ai profili dell’utenza, alle interazioni locali? Ma E soprattutto: è possibile trarre dall’esperienza compiuta riflessioni utili per il futuro?

Il monitoraggio realizzato dall’Osservatorio Sociale Regionale sul funzionamento della cosiddetta Emergenza Nord Africa in Toscana si propone due obiettivi: da un lato, offrire un quadro conoscitivo il più accurato possibile del modello di accoglienza dei rifugiati attuato; dall’altro, delineare ipotesi di trasformazione del sistema che tengano conto, nel quadro di una riflessione più generale sulle politiche migratorie e dell’asilo, della possibilità/necessità di sviluppare una rete in grado di anticipare le emergenze e di fare fronte ad eventuali nuove domande di accoglienza, scenari nient’affatto improbabili considerata l’attuale instabilità del quadrante Euro-Mediterraneo.

Volume a cura di Fabio Bracci con Contributi di:

Gabriele Tomei:  Approfondimento. Il focus group visto dal conduttore
Fabio Malfatti:  Effetti “collaterali” del monitoraggio: il ricercatore come comunicatore
Enrico Brandi:  Alcune fonti strutturali di criticità nelle relazioni tra operatori ed ospiti
Gaia Colombo: Dopo l’emergenza: proposte, azioni e  criticità sul tema dell’inserimento lavorativo. Spunti dal  lavoro sul campo

Il volume è liberamente scaricabile in PDF all’indirizzo:

Scheda e link ad file su sito Regione Toscana : http://servizi.regione.toscana.it/osservatoriosociale/

Scarica il report:   Emergenza Nord Africa, a cura di Fabio Bracci, contributi di Enrico Brandi, Gaia Colombo, Fabio Malfatti, Gabriele Tomei

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: