Museo del Brigantaggio di Cellere

Immagine del brigante maremmano TiburziDirezione scientifica Prof. Vincenzo Padiglione, Dott.sa Fulvia Caruso, Università degli studi di Roma

Coordinamento ed amministrazione: Centro Ricerche Etno-Antropologiche (CREA – coordinatori M. Gigli)

Durata 1 marzo 2005 – 30 settembre 2008

Localizzazione Cellere (VT) Link a Google map

Finanziamenti e contributi Comune di Cellere, Regione Lazio

Obiettivo generale del progetto

La ricerca si è svolta in convenzione con il Comune di Cellere, che ha affidato al CREA l’espletamento dell’incarico relativo all’esecuzione delle opere scientifiche del futuro Museo del Brigantaggio dell’Alta Tuscia di Cellere sulla base degliindirizzi forniti dai coordinatori e responsabili scientifici del progetto. L’incarico affidato aveva per oggetto la ricerca storico-antropologica finalizzata all’acquisizione di fonti documentarie e all’esplorazione di scenari interpretativi da trasporre sul piano espositivo. I soci di CREA hanno curato parte delle ricerche e coordinato il lavoro di ricerca di collaboratori esterni.

Fasi di realizzazione

Marzo – Agosto 2005

Il gruppo di ricerca composto da soci CREA (M. Gigli e F. Malfatti) e da collaboratori esterni (M. D’Aureli) ha realizzato la videoregistrazione di testimonianze orali nella provincia di Viterbo e in alcune località della Toscana.

Settembre 2005 – Giugno 2007

Elaborazione dei dati e produzione dei materiale audiovisivo e dossier finali. CREA ha anche curato la raccolta di materiali per l’allestimento del museo.

Luglio 2007 – settembre 2008

Collaborazione nell’allestimento museo

Descrizione breve

Nel gennaio del 2005 l’ il Centro Ricerche EtnoAntropologiche è stato contattato dal Prof. Vincenzo Padiglione, docente di Antropologia culturale presso l’Università degli studi di Roma La Sapienza, per coordinare ed in parte realizzare il lavoro di ricerca per la realizzazione del Museo del brigantaggio di Cellere, comune della provincia di Viterbo noto per aver dato i natali al brigante ottocentesco Domenico Tiburzi.

La ricerca era estremamente complessa, in quanto l’obiettivo era non solo quello di ricostruire le vicende legate al brigantaggio tosco-laziale della seconda metà dell’Ottocento, ma anche quello di delineare il quadro storico-sociale che ha caratterizzato la vita della Maremma.

Il Crea ha curato la raccolta in audio-video della memoria del brigantaggio nell’area tosco-laziale, che ha costituito la base per le installazioni del museo. Ha inoltre curato l’inventariazione e la raccolta dei fondi fotografici sulla storia sociale della Maremma e del brigantaggio; lo studio della letteratura di viaggio e di caccia; l’analisi del ruolo della donna nelle vicende legate all brigantaggio. Collaboratori esterni hanno curato le sezioni di ricerca relative all’immagine artistica, alla cultura materiale, al giornalismo, alla letteratura orale.

Il materiale elaborato ha dato come risultato dei saggi che confluiranno nel catalogo del museo di prossima pubblicazione.

 



Altri articoli sul tema

  • San Giuseppe A’Memoria 26/05/2015 Le origini dei fuochi che si accendono nei rioni del paese di Itri la sera del 19 marzo, San Giuseppe, si perdono nella notte dei tempi. Un mistero che fa il paio con la potente forza evocativa ed emotiva che ancora oggi la festa esercita sull’intera comunità itrana. Le ipotesi sono svariate. Pare che la ...
  • Museo del Brigantaggio di Cellere 05/07/2010 Direzione scientifica Prof. Vincenzo Padiglione, Dott.sa Fulvia Caruso, Università degli studi di Roma Coordinamento ed amministrazione: Centro Ricerche Etno-Antropologiche (CREA – coordinatori M. Gigli) Durata 1 marzo 2005 – 30 settembre 2008 Localizzazione Cellere (VT) Link a Google map Finanziamenti e contributi Comune di Cellere, Regione Lazio Obiettivo generale del progetto La ricerca si è svolta in convenzione con il Comune ...
  • Fra’ Diavolo: tra immaginario e storia 10/05/2005  La ricerca Frà Diavolo tra immaginario e storia, condotta nel corso del 2004, intendeva ricostruire l’immaginario collettivo itrano relativo alla figura di Michele Pezza, soprannominato Frà Diavolo, uno dei protagonisti del controverso fenomeno del brigantaggio nel contesto delle campagne napoleoniche nel meridione italiano. Rispettando la struttura del Museo del Brigantaggio, per conto del quale si ...

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: